Qualche anno fa, Gianfranco Cammarata, proprietario del ristorante Arrè Gusto di Palermo e grande enoappassionato, aveva girato la Sicilia sulla sua vespa, in cerca di cantine e di esperienze enologiche.
 
Quest’anno, ha voluto ripetere quella splendida esperienza, ma questa volta a bordo di un Bus Volkswagen T2 degli anni ’60, simbolo per eccellenza di libertà e spensieratezza.
 
Un nuovo percorso in viaggio tra i filari, quindi, nel periodo ‘caldo’ delle aziende vitivinicole: quello della vendemmia.

Il percorso e il diario

Partito la settimana scorsa, ha già macinato diversi chilometri. Da Palermo a Castellammare del Golfo, da Camporeale, nelle terre del Syrah, a Trapani, passando per Gibellina, Santa Ninfa e Salemi, fino a Marsala.
 
Qui ha preso il traghetto per l’isola di Pantelleria, dove lo hanno accolto gli alberelli di Zibibbo Patrimonio Unesco (in foto).
 
L’itineriario proseguirà fino alla costa est dell’isola, per poi tornare a giro verso Palermo.
 
Il viaggio si può seguire passo passo attraverso una sorta di diario di bordo, che viene aggiornato ad ogni tappa.
 
Protagonista indiscussa è la Sicilia, con le sue vigne dai colori vividi, coltivate in territori sempre diversi: affacciate sul mare, nell’entroterra selvaggio o alle perndici dell’Etna.
 
Cammarata racconta dei luoghi così come delle imprese, storiche o nascenti, che investono quotidianamente su questa terra bellissima, rinnovandola ed esaltando con perizia le sue potenzialità.
 
Come ad esempio Alessandro di Camporeale, tra le prime cantine a credere nell’innovatività del progetto Wineplan.