Da 23 anni, la D.O.C. Breganze celebra il suo vino più prestigioso, il Torcolato, con una manifestazione dedicata.

Domenica 21 gennaio, in piazza Mazzini – piazza centrale di Breganze – la tradizione si ripete: la “Prima del Torcolato” aprirà con la consueta cerimonia di investitura dei nuovi confratelli della Magnifica Fraglia del Torcolato.

A seguire, la suggestiva torchiatura dei primi grappoli appassiti di uva Vespaiola, provenienti dai vigneti delle cantine del Consorzio, il cui mosto sarà offerto al pubblico.

Per tutto il giorno, sia al mattino che al pomeriggio, i visitatori potranno partecipare al Fruttaio Tour presso le aziende del Consorzio. Una visita guidata con degustazione per far conoscere tutti i segreti della produzione del Torcolato, dalla vigna alla bottiglia.

Il vino si potrà degustare e acquistare, insieme ai prodotti tipici della Strada del Torcolato, presso le casette del Consorzio Tutela per tutta la durata della manifestazione.

Quest’anno si ripeterà anche l’esperienza del brindisi sulla cima della Torre Diedo, tra i campanili più alti della regione del Veneto. A piccoli gruppi si potrà degustare il Torcolato ammirando il panorama mozzafiato del paese e delle colline circostanti.

Il programma in dettaglio è visionabile qui.

Cos’è il Torcolato

Il Torcolato, noto anche come Pasquale, è un vino passito DOC che si ottiene dall’uva Vespaiola, una varietà autoctona di Breganze, i cui grappoli vengono vendemmiati maturi, selezionati e messi ad appassire in ambienti arieggiati (come i granai delle vecchie case contadine).

L’appassitura dura un anno, fino al gennaio successivo. Raggiunta una dolcezza elevata si passa poi alla torchiatura e alla successiva fermentazione del vino, che riposa in piccole botti anche per più di due anni prima di essere imbottigliato.

La sua produzione è circoscritta e consentita nella sola provincia di Vicenza.