Le sale del Radisson Blu Hotel di Roma, per la prima volta, ospiterà banchi di assaggio e seminari tematici dedicati a una delle maggiori eccellenze vinicole italiane: l’Aglianico.

“Aglianico a Roma”, questo il nome dell’evento organizzato da Riserva Grande che si svolgerà il prossimo weekend – sabato 17 e domenica 18 febbraio 2018 – e che permetterà a esperti, appassionati e operatori del settore, di degustare e scoprire oltre 100 vini presentati da oltre 30 aziende provenienti dai più vocati territori d’elezione come Terra di Lavoro, Taurasi, Taburno, terre del Cilento, Vulture, ma anche terroir meno noti.

Tra le aziende partecipanti, diverse sono presenti anche su Wineplan: Cantine del Notaio, Casa di Baal, Elena Fucci, Carbone Vini, Tenuta Cavalier Pepe, Villa Raiano e Viticoltori De Conciliis. Qualora non poteste essere presenti all’evento romano, quindi, potete sempre prenotare un tour direttamente presso le cantine citate e degustare i loro prodotti.

Il programma

Sarà una due giorni di appunatamenti tematici, tra seminari, degustazioni, come l’imperdibile verticale di Taurasi, e la presentazione dell’ultimo libro di Luigi Moio, professore ordinario di Enologia all’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Si comincia sabato 17 febbraio. I banchi d’assaggio apriranno alle ore 14:00 e subito dopo seguirà il primo seminario a cura di Luciano Pignataro e Marco Cum: “I Territori dell’Aglianico – doppia orizzontale 2011/2013” con Fortunato Sebastiano e Gennaro Reale (VignaViva Agroenologia). In degustazione alcune tra le zone di maggior diffusione dell’aglianico, lette attraverso i vini prodotti in due annate molto diverse tra loro dal punto di vista climatico. Saranno presenti i vini di: Mustilli per il Sannio, Villa Raiano e Tenuta Cavalier Pepe per l’Irpinia, Casa di Baal per le colline salernitane, Musto Carmelitano e Tenuta I Gelsi per il Vulture.

Alle 17:00, il secondo seminario, a cura di Luciano Pignataro e Andrea Petrini: “Verticale storica Aglianico del Taburno Riserva DOC “Vigna Cataratte” Azienda Agricola Fontanavecchia”. Assieme a Libero Rillo si ripercorrerà la storia di questa azienda famigliare attraverso la verticale di uno dei vini più rappresentativi del Sannio. Le annate in degustazione daranno: 1997, 1999, 2000, 2001, 2005, 2006, 2008, 2009.

I banchi d’assaggio chiuderanno alle 19:00, per riaprire il giorno dopo alle ore 12:00.

Alle 12:30, seguirà la presentazione del nuovo libro di Luigi Moio “Il Respiro del Vino” (Mondadori). A moderare l’intervento, sempre Luciano Pignataro.

Alle 16:00, si terrà il terzo e ultimo seminario, a cura di Luciano Pignataro e Marco Cum: Verticale storica Taurasi “Contrade di Taurasi”. La storia di questa piccola azienda famigliare sarà ripercorsa attraverso la degustazione di vecchie annate del loro Taurasi che terminerà con la comparazione dei due Cru aziendali ovvero il “Vigne d’Alto” 2011 e il “Coste” 2011. Le annate in degustazione saranno: Taurasi 1999, Taurasi 2001, Taurasi 2004, Taurasi 2010, Taurasi “Vigne d’Alto” 2011, Taurasi “Coste” 2011.

Per tutti i seminari la prenotazione è obbligatoria, scrivendo a eventi@riservagrande.com.

Non solo vino ma anche food: ospite della manifestazione sarà infatti anche l’Azienda Agricola “Il Poggio del Picchio”, specializzata nella produzione e vendita di marmellate e confetture artigianali senza addensanti, coloranti e conservanti.

Ingresso

La manifestazione è aperta al pubblico e ha un costo d’ingresso di 20,00 € (15,00 € per i sommelier – previa dimostrazione con tesserino valido anno corrente – e i soci Riserva Grande).

I biglietti si possono acquistare in prevendita anche online, sul sito www.aglianicoaroma.com.

Ciascun seminario ha un costo di 40,00 €. Si possono acquistare, qualora si desideri, i pacchetti da due seminari (70,00 €) o tre seminari (90,00 €).
Con l’iscrizione ad almeno un seminario si ha diritto all’entrata gratuita ai banchi di assaggio.